Questo sito utilizza i cookies per la gestione della navigazione. Proseguendo o cliccando su "Accetto" acconsenti al loro utilizzo.

Confronto preti UP del 24 marzo 2015

Proposta della Commissione Pastorale della disabilità di UP

Premessa

La commissione disabilità nell’Unità Pastorale 45 nasce a settembre 2014 con l’obiettivo di:

  • favorire l’integrazione delle persone disabili nel contesto sociale, in particolare rivolgendo l’attenzione alla costruzione di percorsi di integrazione all’interno della vita delle comunità ed alle attività del tempo libero al fine di incrementare sempre più la possibilità entro le quali scegliere;
  • sensibilizzare la collettività a guardare alla disabilità come a un aspetto della nostra società e non un mondo a parte in cui sento di non appartenere; anche nella consapevolezza che le attenzioni architettoniche e di inclusione che si stanno mettendo in atto rendono semplicemente il contesto ambientale più vivibile per tutti.

Progetto

Lo sport è un elemento considerato di fondamentale importanza per il benessere psico-fisico della persona; eppure qualora una persona disabile racconti delle proprie esperienze sportive suscita sempre un po’ di stupore e di incredulità. Certo le Paralimpiadi ci danno un messaggio chiaro, ma l’esperienza di quegli atleti ci sembra qualcosa di lontano dalla nostra quotidianità.

Da tale considerazione e valutato l’interesse che i bambini e i ragazzi rivolgono all’attività sportiva abbiamo ritenuto che fosse un ottimo strumento per trasmettere messaggi di sensibilizzazione nei confronti della disabilità partendo dalle scuole di ogni ordine e grado, ben sapendo che solo l'educazione in giovane età può costruire nei cittadini di domani una coscienza vigile e rispettosa di ogni diversità, iniziando dalla disabilità nelle sue varie forme; gli studenti di oggi, infatti, sono i cittadini attivi di domani.

Nel concreto si intende realizzare incontri da svolgersi nelle scuole, calendarizzati secondo le esigenze della scuola stessa, con modalità teorico-pratica, utilizzando la palestra o aree esterne. In ciascuna scuola si terrebbe un incontro della durata di 2-3 ore che prevede :

  • racconto di esperienze sul tema sport per tutti
  • testimonianza di sportivi disabili
  • prova pratica
  • conclusioni

Conduttori degli incontri saranno persone con esperienza in ambito di disabilità e sport provenienti da associazioni ed enti vari, coordinato dalla commissione pastorale della disabilità che opereranno a carattere volontario.

Considerando, inoltre, l’importanza di creare dei legami e vivere esperienze con il gruppo dei pari, si intende realizzare momenti di incontro da vivere nella gioia e nella condivisione, facendo in modo che ciascuno possa essere protagonista secondo le proprie capacità, potenzialità, interessi. Incontri dai quali possa nascere la conoscenza reciproca, l'opportunità di vivere la dimensione spirituale fino al desiderio di partecipare alla vita di gruppo nelle realtà parrocchiali presenti.

Abbiamo evidenziato alcuni strumenti, sicuramente non gli unici, che possono essere il punto di partenza per l'inizio del nostro cammino.

Tre gite caratterizzeranno altrettante giornate da trascorrere insieme facendo esperienza di pesca, di ...., di handbike.

Strumenti per i quali abbiamo già evidenziato alcune risorse: le prime due perchè già consolidate sul territorio ed aperte a nuovi partecipanti e a nuove modalità, la terza da costruire sulla base della disponibilità di persone esperte e che possono essere tramite per il reperimento sul territorio di handbike, nonchè un territorio favorevole come quello del Parco La Mandria poco distante da quello di UP. Inoltre il poter condividere intere giornate all'aperto ci consente anche di poter strutturare momenti creativi e di riflessione.

Momenti diversi da vivere nei contesti parrocchiali o in luoghi accessibili potrebbero essere degli incontri da viversi presumibilmente di sabato, con cadenza mensile che potrebbero essere articolati come di seguito specificato ed organizzati da un gruppo di persone con competenze diverse ed espressione dell’UP coordinato dalla commissione pastorale della disabilità.

Tipologia di incontro

h. 18.00 S. Messa

h. 19.30 Cena condivisa

h. 20,45 Serata con musica, balli, giochi e momento di confronto per adulti e genitori

h. 23.00 buonanotte a tutti

Tutte queste attività sono sicuramente aperte ai disabili, ma non solo per loro; per essere opportunità di integrazione non devono tralasciare l'importanza del confronto e quella della sensibilizzazione, elementi fondamentali per una pastorale inclusiva, che come ci suggerisce Papa Francesco, sia capace di andare oltre la "cultura dello scarto".

Ricerca delle risorse umane, economiche ed ambientali, che cosa possono mettere a disposizione le singole parrocchie?

Animatori musicali

Educatori ed esperti per gli incontri con gli adulti

Accompagnatori

Editoriale

GLI ANZIANI NELLA BIBBIA

Il tema “anziani” è di scottante attualità soprattutto per noi occidentali che viviamo in una società che invecchia a vista d’occhio, e in cui il numero degli ultrasessantacinquenni ha abbondantemente ormai superato quello della popolazione sotto i vent’anni. L’Italia si conferma uno dei Paesi più vecchi al mondo. Con 151,4 persone over-65 ogni 100 giovani con meno di 15 anni, presenta uno degli indici di vecchiaia più alti al mondo. Tra i Paesi europei solo la Germania ha un valore più alto (158) mentre la media Ue28 è 116,6. Lo scrive l’Istat nel Rapporto annuale. La speranza di vita è di 79,6 anni per gli uomini e 84,4 per le donne. Anche in questo caso l’Italia è sopra la media europea (ANSA, 28 maggio 2014).
Se si cerca nella Bibbia una trattazione specifica sull’“anziano” e più ancora sui suoi rapporti con il resto del nucleo familiare, si troverà poco, perchè la Rivelazione divina, a differenza di quanto avviene spesso nella nostra società, non ha emarginato i vecchi, ma li ha considerati parte integrante del popolo di Dio, a pieno titolo oggetto e protagonisti al contempo del piano di salvezza di Dio. Eppure, anche se nella Bibbia manca una trattazione particolare degli anziani come gruppo, varie volte si parla della vecchiaia.

Leggi tutto...