Questo sito utilizza i cookies per la gestione della navigazione. Proseguendo o cliccando su "Accetto" acconsenti al loro utilizzo.

Presentazione

Carissimi,

dal 15 dicembre 2013, è possibile accedere al sito dell'UP 45, costituita dalle sei parrocchie del territorio di Collegno, nato come strumento per aiutarci a vivere attivamente nelle nostre realtà parrocchiali.

Un'immagine che può simboleggiare bene quello che il sito vuole essere, per ciascuno di coloro che ci raggiungeranno dal proprio PC, è quella dell'oasi. L'oasi non è nido, non è luogo di rifugio: è luogo della sosta, della convivialità. Luogo per sentirsi parte, non solo della propria comunità parrocchiale, ma di una comunità più grande, un aiuto per vivere meglio il nostro essere cristiani, come membri appartenenti alla Chiesa, come tralci che portano frutto attraverso i piccoli e preziosi servizi che alcuni si rendono disponibili a fare nelle parrocchie o nell'Unità Pastorale, mettendo a disposizione le loro competenze; un luogo da cui attingere informazioni importanti per poter vivere le iniziative e le esperienze proposte.

Oasi è spazio e tempo in cui ci si riunisce per raccontare e ascoltare storie che danno vita e infondono speranza: le Buona Notizia e le buone notizie dell'attività dei gruppi. Un luogo dove è possibile sostare, trovare sostegno e nutrimento per la propria vita spirituale. Un'oasi, esperienza di relazioni autentiche e profonde di amicizia; l'idea non è rinchiudersi in un ghetto dove si sta bene. L'oasi, come il porto è luogo di passaggio "per prendere il largo" avendo nel sito un ulteriore elemento. Ciascuno possa e debba "giocare allo scoperto": facendo si che "io la penso così, tu la pensi diversamente" sia motivo di crescita attraverso un confronto costruttivo. Ciascuno possa sentirsi libero di esprimere il proprio pensiero sul tema della fede, non relegando il problema di Dio, del credere... al privato, ma trovi il suo diritto di cittadinanza nel confronto aperto.

Queste pagine vogliono essere aperte a tutti e speriamo che un pò alla volta, anche con l'aiuto di chi le visita, possano crescere come un porto capace di accogliere barche che percorrono mari diversi, per conoscerci meglio, per dialogare e per imparare gli uni dagli altri. Auguriamo dunque a tutti di poter respirare in queste pagine un pò di Vangelo.

La commissione CollegnoUP

Editoriale

GLI ANZIANI NELLA BIBBIA

Il tema “anziani” è di scottante attualità soprattutto per noi occidentali che viviamo in una società che invecchia a vista d’occhio, e in cui il numero degli ultrasessantacinquenni ha abbondantemente ormai superato quello della popolazione sotto i vent’anni. L’Italia si conferma uno dei Paesi più vecchi al mondo. Con 151,4 persone over-65 ogni 100 giovani con meno di 15 anni, presenta uno degli indici di vecchiaia più alti al mondo. Tra i Paesi europei solo la Germania ha un valore più alto (158) mentre la media Ue28 è 116,6. Lo scrive l’Istat nel Rapporto annuale. La speranza di vita è di 79,6 anni per gli uomini e 84,4 per le donne. Anche in questo caso l’Italia è sopra la media europea (ANSA, 28 maggio 2014).
Se si cerca nella Bibbia una trattazione specifica sull’“anziano” e più ancora sui suoi rapporti con il resto del nucleo familiare, si troverà poco, perchè la Rivelazione divina, a differenza di quanto avviene spesso nella nostra società, non ha emarginato i vecchi, ma li ha considerati parte integrante del popolo di Dio, a pieno titolo oggetto e protagonisti al contempo del piano di salvezza di Dio. Eppure, anche se nella Bibbia manca una trattazione particolare degli anziani come gruppo, varie volte si parla della vecchiaia.

Leggi tutto...